Sito per donne lesbiche

Come comportarsi con i figli....



Esegui il login per partecipare

Come comportarsi con i figli....
utente Sea69

Lelle
Eta': 1969
Provincia': Reggio Emilia
Citta':
Risposte: 3
[ Sabato, 8 Gennaio 2011 20:35:01]
Anche questo è un nodo spinoso quando ci si separa (soprattutto se "l'altro" è un'"altra") ed i figli non sono nè piccoli da essere manovrati, nè grandi in grado di capire.
Cosa dirgli e quanto?
Come fare in modo che non si traumatizzino?
utente Maghi

LellaPraticante
Eta':
Provincia':
Citta':
Risposte: 118
[ Domenica, 9 Gennaio 2011 13:03:38]
I miei figli sono ancora piccoli, non ancora nella preadolescenza, sanno benissimo cosa siano l'omosessualità e la bisessualità ma al momento non mi sognerei nemmeno di parlargli di me sotto quest'aspetto.
Sono daccordo con te circa il fatto che il fattore età sia importante, ma penso sia comunque fondamentale procedere per gradi: se c'è una separazione in atto da accettare e il dolore che ne consegue da metabolizzare, trovo giusto attendere, aspettare che la situazione si strutturi e si stabilizzi il più possibile sia dal punto di vista pratico che emotivo, prima di procedere con ulteriori "novità"...I bambini, ma anche gli adolescenti, hanno bisogno di punti di riferimento: se già gli si toglie, ahimè, la sicurezza di avere una coppia di genitori unita (quanto meno dal punto di vista logistico), dargli un ulteriore "scossone" subito, penso avrebbe effetti ulteriormente destabilizzanti e traumatizzanti.
Posso dirti che da quando mi sono separata, il rapporto coi miei figli è cambiato sicuramente in meglio, ma non credo che metterli al corrente del mio orientamento sessuale aggiungerebbe qualcosa alla qualità o alla valenza del nostro rapporto.
Al momento infondo la maggior parte delle mie energie nel seguirli (anche più di quanto non facessi già prima) di modo che possano sentire il mio sostegno (concreto e non) e la mia vicinanza affettiva, che siano sereni, certi del mio amore a prescindere dal fatto che io e il loro papà non stiamo più insieme e che non sia possibile, purtoppo, vivere la quotidianità come prima...E in tutto questo starei attentissima al presentare ai loro occhi una nuova persona accanto a me, tanto se si trattasse di una donna che di un uomo!!! Cercherei insomma di capire bene se davvero vale la pena introdurre una nuova figura nella loro vita, prima ancora di specificare loro la tipologia del nuovo legame, capire se potrebbero davvero giovarsene anche loro oltre a me o quanto invece questo potrebbe alterare la loro stabilità...e se avessi dei dubbi in proposito aspetterei senza remore.
 
utente Sea69

Lelle
Eta': 1969
Provincia': Reggio Emilia
Citta':
Risposte: 3
[ Domenica, 9 Gennaio 2011 21:37:07]
Ringrazio tutte per le risposte. Ognuna di voi mi ha dato importanti spunti di riflessione.
E' vero che i figli vanno accompagnati per gradi, è vero anche che percepiscono i problemi anche se si tenta di nasconderli, è vero pure che la verità è meglio di tante bugie.
Io comunque non sono ai ferri corti e non litigo davanti a loro. Ovviamente c'è sofferenza da parte mia e questo loro lo capiscono.
Ma per ora non posso dare spiegazioni che non ho neppure io.
Farò chiarezza prima in me e poi affronterò tutto il resto.
La mia era una domanda preventiva, per avere appunto il vostro contributo.
 
utente relax

LellaFedele
Eta': 35
Provincia':
Citta':
Risposte: 272
[ Domenica, 9 Gennaio 2011 21:57:52]
Ciao Sea,

Ho una bambina di quasi 6 anni e, passati 2 anni circa dalla separazione e dal rientro nella mia cità, attualmente non sa nulla ma sa bene che io non voglio più accanto un uomo e che non non voglio piu bene a suo padre. Sono stata chiara fin dall'inizio ma al riguardo sull'ammettere ai figli di se stessi, non è mai semplice e soprattutto dipende dalla situazione e dall'età del bambino. Ma anche dal rapporto che ogni donna ha con il proprio ex marito in merito al tema perchè, citando il mio esempio, al momento non posso dire niente a mia figlia perchè so benissimo come la pensa lui in questione e vivendo poi tra le due estremità dell'italia, lui farebbe di tutto per screditarmi e mia figlia ne subisce a livello emotivo e psicologico.

Da mamma, e dal cuore di mamma, ti posso solo dire che devi seguire il tuo istinto materno e valutare bene il dietro a tutto quanto.

E ricordati una cosa: i figli non ti giudicano per le scelte che hai fatto in merito all'amore verso una donna perchè a loro interessa che tu stia bene e felice e sanno che se tu sei serena, lo sono anche loro!

 
utente Mariposa

SuperLella
Eta': 35
Provincia': Pavia
Citta':
Risposte: 2.213
[ Mercoledi, 12 Gennaio 2011 14:05:06]
Cara Sea,
io non sono mamma e posso risponderti, quindi, solo da figlia: io ho sempre preferito che mia madre mi parlasse chiaramente o, comunque, per me era un immenso, enorme sollievo vederla felice, realizzata, soddisfatta di sé.
Non esiste un tempo per rivelare ai propri figli una verità così delicata, una verità che non sappiamo come possa essere recepita. Io credo che tu ora debba tentare, come prima cosa, di mettere o rimettere insieme i pezzi di te stessa, ricostruendo un tuo mondo. Insomma, ora non sredo serva che tu dica ai tuoi figli di te, anche perché, da quanto ho potuto capire, non ti conosci ancora totalmente sotto questo aspetto. Forse dovresti esplorarti, senza rivelarti, senza dare ai tuoi figli uno “scossone” simile. Prova v vierti nel silenzio, nella riservatezza, prova a sperimentarti, a conoscere, ad esempio, donne omosessuali. Solo così potrai capirti e, di conseguenza, costruire la tua vera identità, la tua vera, nuova pelle. Poi ogni cosa verrà da sé. Vedrai che il solo fatto di vederti più stabile, più sicura di te e più serena porterà i tuoi figli a giovarne a loro volta e tutto questo migliorerà il tuo rapporto con loro, al di là di una tua eventuale rivelazione.
In bocca al lupo!
 
utente Hedone

LellApprendista
Eta':
Provincia': Palermo
Citta':
Risposte: 9
[ Lunedi, 17 Gennaio 2011 20:06:06]
Domenica, 9 Gennaio 2011 Sea69 risponde:

Ringrazio tutte per le risposte. Ognuna di voi mi ha dato importanti spunti di riflessione.
E' vero che i figli vanno accompagnati per gradi, è vero anche che percepiscono i problemi anche se si tenta di nasconderli, è vero pure che la verità è meglio di tante bugie.
Io comunque non sono ai ferri corti e non litigo davanti a loro. Ovviamente c'è sofferenza da parte mia e questo loro lo capiscono.
Ma per ora non posso dare spiegazioni che non ho neppure io.
Farò chiarezza prima in me e poi affronterò tutto il resto.
La mia era una domanda preventiva, per avere appunto il vostro contributo.




Cara Sea, io forse sono stata un po' dura nei modi, ma visto il mio passato è naturale che io serbi un po' di rancore.
Sono contenta che tu stia rispettando i tuoi bambini da non far soffrire a loro i vostri problemi. E' naturale nella tua condizione avere dubbi, anch'io me li pongo e non so come affrontare me stessa, prima che le persone che amo.
Un in bocca al lupo per tutto!
 

1





Assistenza Servizi Portale


Assistenza servizi Tra Donne


Creazione siti web economici a Brescia
Hai bisogno di un sito internet professionale ed economico? Rivolgiti alla nostra web agency per richiedere un preventivo gratuito! Un nostro collaboratore ti seguira' passo dopo passo per la creazione del tuo sito web personalizzato.