Tentato suicidio di un undicenne



Per partecipare devi loggarti
Tentato suicidio di un undicenne
utente Pandora

SuperLella
Eta': 42
Provincia': Milano
Citta': Milano
Risposte: 2.918
[ Sabato, 8 Febbraio 2014 01:09:52]
Perch giocare con i Mini Pony a undici anni, essendo maschio, non cosa tollerabile.

Vessazioni, pesanti atti di bullismo, sfott.

E lui si impicca.
utente Pandora

SuperLella
Eta': 42
Provincia': Milano
Citta': Milano
Risposte: 2.918
[ Sabato, 8 Febbraio 2014 01:11:59]
Tenta il suicidio

Non muore, ma i danni saranno permanenti.

Perche nessuno ha insegnato a quei ragazzini a comprendere, rispettare, capire, nessuno ha trasmesso nulla di nulla.

Il vuoto.
Sono arrivati solo messaggi distorti, di una societa che decide cosa devo guardare, con cosa debbo giocare, come mi devo vestire.

Nulla di nuovo sotto il sole, ma non per questo meno preoccupante.

E la domanda ?... Cosa facciamo noi, madri e non, per educare i nostri ragazzi (magari siamo insegnanti o educatori) al rispetto?

Accogliamo in casa amici di ogni tipo? Cresciamo questi ragazzi in un ambiente aperto, parliamo loro senza troppi fronzoli, adattando le parole all'et?, ma rispettando la verit? dei fatti?

E soprattutto... Ci nascondiamo?
Se s?, come pensiamo di regalare loro forza e speranza e la possibilita di capire che se ho undici anni e sono maschio e mi vesto di rosa e gioco con il Mini Pony MERITO RISPETTO per il solo fatto di respirare la stessa aria di tutti?

Rimane la sensazione di vuoto.
Sono madre.
Penso ai miei ragazzi.
Penso di trovarli impiccati per questo.
Penso a me, vittima del bullismo senza reali motivi, se non il piacere di offendere e pestare una ragazzina del tutto incapace di difendersi e penso che sia inaccettabile.
Che se non iniziamo a lottare nel nostro piccolo non cambieremo mai nulla.
Che se la testa resta sotto la sabbia, presto ci finiremo con tutto il corpo.

Un abbraccio alla famiglia di questo ragazzino. Altro non posso fare per loro.
 
utente Vitas

LellaFedele
Eta': 39
Provincia':
Citta':
Risposte: 161
[ Sabato, 8 Febbraio 2014 01:54:42]
Ti quoto, condivido tutto.
Questa societa mi fa PAURA, ovunque guardo.
C'? una deriva, una regressione culturale tesa contro il diverso, contro le donne che "pretendono" di essere persone... Non sto qui ad approfondire il concetto di diverso, diverso dai canoni stabiliti ( da chi, perche?) Lo sappiamo, sono stufa.
Se ci eravamo illusi di avere fatto dei passi in avanti, ? chiaro adesso che le illusioni non hanno piu posto.
Questa ? una guerra ormai. Ma per pochi. Purtroppo.
 
utente anna1965

LellaPraticante
Eta': 52
Provincia': Frosinone
Citta': Anagni
Risposte: 137
[ Sabato, 8 Febbraio 2014 08:50:06]

bella domanda pandora.....

cosa facciamo noi per migliorare questo mondo in cui viviamo, che impone regole scritte da chi poi?
sono madre come te, ho due figli grandi in giro per il mondo, pieni di amici gay, con cui vivono e condividono esperienze e vita vera.
fin da piccoli, e ancor prima che io capissi cosa sarei diventata, cio? anna che ama le donne, da madre libera di testa e di pensiero, li ho sempre educati al rispetto e alla conprensione, che non esistono diversi o diversit?, che tutti noi siam belli e unici, e trovandosi fin da giovinetti con amici loro compagni di scuola evidentemente gay, ne abbiamo subito parlato insieme, e conpreso che nulla cambiava tra loro, potevano solo condividere con questi amici di sempre altre esperienze, un poco diverse da quelle abituali.

e allora discoteche, feste, locali un poco diversi, alternativi, mucca assassina, alfeus, locali famosi nel genere a roma, portando con loro la consapevolezza di essere etero e che condividere con amici altre esperienze li avrebbe arricchiti e non resi brutti o cattivi o miscredenti.

casa nostra ? stata un porto di mare, aperta a tutti, dove l'unica regola era educazione e rispetto , non conchivaialettotu......questi son azz vostri.......

? stato bello anche per me, madre, vedere crescere questi ragazzi sotto i miei occhi, condividere i loro turbamenti per me un onore, prova di fiducia da parte loro, sicuri che sarebbero stati compresi.......si un onore.......

la mia parte nel mondo sento di averla fatta, ho lasciato andare liberi due figli belli e pieni di valori, sensibili a chi chiede loro aiuto, pieni di saggezza e comprensione per chiunque lo meriti.......pieni di domande piu che risposte.
figli che non faranno mai del male a chi ? diverso da loro.....


per questo povero figlio ferito dal mondo tutta la mia tenerezza.....
'
 
utente anna1965

LellaPraticante
Eta': 52
Provincia': Frosinone
Citta': Anagni
Risposte: 137
[ Sabato, 8 Febbraio 2014 09:14:07]
voglio condividere con tutte voi un articolo trovato su vanity fair nella rubrica di daria Bignardi pubblicato il due novembre su repubblica dopo un altro caso di un ragazzo che si era ucciso credo per la paura di non essere accettato. scritto da carlo gambardini , attore . lettera bellissima che condivido un pieno e che ora giro a voi......buona lettura.....

Caro ragazzo gay o bisex o indeciso o boh, la vita ? durissima, spesso ? uno schifo, ma la propria identit? sessuale non pu? essere mai un motivo per deprimersi, farsi del male, uccidersi. Scusami se ti scrivo, ma io ho bisogno di dirti una cosa: essere gay ? bellissimo. Se tu finalmente ti convinci di essere nella tua squadra del cuore, la piu splendente perche meglio definisce i tuoi gusti sessuali, beh, allora che ti frega di quelli di un altra squadra che ti prendono in giro? Se sono dell'inter e un milanista mi urla "nerazzurro di merda" io me ne faccio un vanto....non mi lascio deprimere o far venire dei dubbi, non mi lascio convincere che quello sbagliato sono io, che quindi debba punirmi e possibilmente strapparmi di dosso questa brutta cosa o ammazzarmi. Ma neanche per sogno.......
C'? stato un tempo antico e pure lunghissimo in cui l'omossessualit? non era assolutamente un problema, credo che nemmeno se ne parlasse, poi ci son stati secoli bui e buissimi di oscurantismo, arresti, lotte, morti, e battaglie vinte, e passi indietro, e leggi terribili e pena di morte, e tutto cio in realta dura tuttora in troppi luoghi.
Per? nel 2013 c'? una certezza che nell'intimo nessuno pu? misconoscere:essere gay o eterosessuali ? assolutamente la stessa cosa.
ovviamente troverai chi ti dice che le bionde sono stupide e i mancini subdoli, come sicuramente troverai anche degli etero che ti dicono che i gay fanno schifo, e incontrerai dei gay che ti ammoniscono che andare con le donne sia orribile e pericoloso, ma questi sono slogan da tifoserie, nulla di cui preoccuparci per davvero.
Quando sento qualcuno farneticare che l'omosessualit? ? una malattia, la mia prima reazione non ? mai violenta o depressiva, piuttosto ? la stessa che avrei se sentissi dire "l'obesit? ? infettiva, o masturbarsi rende ciechi".
Di solito gli sorrido come ad un povero scemo, poi se mi va cerco pure di spiegargli che st? dicendo delle cavolate piuttosto umilianti, ma intendo umilianti per lui.
Se invece dopo le parole stupide di uno stupido vado a casa a piangere e penso che farmi del male possa in qualche modo curarmi da questa terribile malattia che ? amare chi amo ed essere quello che sono, allora st? facendo il gioco dello scemo.
Io mi innamoro di alessia, caterina , salvatore, elena, di monet, di cezanne, non delle donne o uomini, non pittori o pittrici , neppure scrittori o scrittrici.
Ma vi immaginate nascere in un posto dove ti dicono tu puoi amare solo musiciste donna oppure tabaccai maschi? Non ? cosi.

Ci si innamora di chi ci si innamora . PUNTO.
 
utente WalkingDust

UltraLella
Eta':
Provincia':
Citta':
Risposte: 1.302
[ Sabato, 8 Febbraio 2014 12:11:25]
Pandora Sabato, 8 Febbraio 2014 risponde:Non muore, ma i danni saranno permanenti.

Perche nessuno ha insegnato a quei ragazzini a comprendere, rispettare, capire, nessuno ha trasmesso nulla di nulla.

Il vuoto.
Sono arrivati solo messaggi distorti, di una societa che decide cosa devo guardare, con cosa debbo giocare, come mi devo vestire.

Nulla di nuovo sotto il sole, ma non per questo meno preoccupante.

E la domanda ?... Cosa facciamo noi, madri e non, per educare i nostri ragazzi (magari siamo insegnanti o educatori) al rispetto?

Accogliamo in casa amici di ogni tipo? Cresciamo questi ragazzi in un ambiente aperto, parliamo loro senza troppi fronzoli, adattando le parole all'et?, ma rispettando la verit? dei fatti?

E soprattutto... Ci nascondiamo?
Se s?, come pensiamo di regalare loro forza e speranza e la possibilita di capire che se ho undici anni e sono maschio e mi vesto di rosa e gioco con il Mini Pony MERITO RISPETTO per il solo fatto di respirare la stessa aria di tutti?

Rimane la sensazione di vuoto.
Sono madre.
Penso ai miei ragazzi.
Penso di trovarli impiccati per questo.
Penso a me, vittima del bullismo senza reali motivi, se non il piacere di offendere e pestare una ragazzina del tutto incapace di difendersi e penso che sia inaccettabile.
Che se non iniziamo a lottare nel nostro piccolo non cambieremo mai nulla.
Che se la testa resta sotto la sabbia, presto ci finiremo con tutto il corpo.

Un abbraccio alla famiglia di questo ragazzino. Altro non posso fare per loro.


Eh stavolta quoto tutto, perche merita.
Non ci sono parole per esprimere lo strazio che mi si muove nel cuore per quel ragazzino.
Posso solo dire che io quest'anno ho fatto la mia prima supplenza a scuola e anche il mio primo coming out sempre a scuola. Ho pagato e ne sto pagando ancora le conseguenze, ma NON da parte dei ragazzi, essi mi hanno solo ringraziato e preso come guida, supporto e 'amica' per accettarsi cosi come essi sono.
Non ? stato facile, ma ? necessario. Sara il primo coming out di una lunga serie e presto vi sara una collisione fra cio che sono a scuola e all'universit? (dove molti sanno anche che ho la morosa) e cio che sono a casa (la figlia omosessuale/deviata che per amore dei genitori e dell'onore della famiglia non ha vita affettiva) che arriver? alle orecchie dei miei genitori che l'omosessualit? non la vogliono. E pagher? ancora. Ma va bene. Sono stanca di nascondermi, voglio solo essere IO e non ho piu paura di esserlo, n? colpa. Solo tanta fierezza. Pagher? con orgoglio.

E siccome sto attraversando un periodo difficile che mi rende forse poco lucida e pacata, non mi faccio problemi a scrivere che chi si nasconde MI FA SCHIFO (me compresa, se penso al mio nascondermi coi miei). BASTA! Io ho deciso di VIVERE, soprattutto quando il mio vivere pu?, com'? successo gi? a scuola, infondere la forza necessaria agli altri per fare lo stesso.

Dovremmo vergognarci, omosessuali, bisessuali, eterosessuali. Tutta la societa dovrebbe vergognarsi e svegliarsi. Ma ? una societa piuttosto fiacca, opportunista e menefreghista. Non c'? molto altro da dire. C'? invece molto altro da FARE. Da parte di TUTTI.
Io almeno la penso cosi. I 'blablabla' non servono se poi non si mette in pratica cio che si predica. WD
 
utente ellis

LellaPraticante
Eta':
Provincia':
Citta':
Risposte: 79
[ Sabato, 8 Febbraio 2014 12:24:30]
Ciao Pandora.....ne parlavamo qualche giorno fa....
Io non mi irrito, molto di piu, quando noi sanitari arriviamo sul posto gli scenari che troviamo sembrano irreali, non comprensibili....e spesso ci chiediamo la causa, il motivo, il perche ????
Qualche volta troviamo una lettera, una sorte di testamento, una spiegazione ma non serve....non ci serve per ridargli la vita.
Voi genitori ( non sempre ovvio ) non siete la causa di tali gesti.....il marcio e' molto piu' profondo
Se sei " diverso " sei out
Se sei grasso/a sei out
Parlano dei gay come di persone ammalate.....forse e' la societa' che sta poco bene.....ma qui mi fermo ne scriverei un topic.
Finisco riportando una frase della lettera lasciata da Andrea ( 18 anni )
....." ciao Mamma e Papa', vi amo piu' della mia stessa vita, ma soffro troppo, voi siete militari e MAI avreste accettato la mia omosessualita', la mia solitudine interiore. Sono stanco di indossare una maschera per essere adeguato agli standard della societa'....."
Un abbraccio
 
utente LiquidFlame

LellaFedele
Eta': 26
Provincia': Lodi
Citta': Lodi
Risposte: 230
[ Sabato, 8 Febbraio 2014 12:42:35]
La colpa ai genitori/educatori non ? riferita ai genitori del piccolo Michael di questo caso, ma in senso piu ampio a tutti i genitori/educatori di quei bulletti che lo prendevano in giro.
E' dura sentirsi diversi ad 11 anni.
Sei troppo basso/alto, troppo magro/grasso, troppo stupido/intelligente, troppo brutto/bello.
Se la gente guardasse piu s? stessa e meno gli altri si vivrebbe tutti meglio.
Per? col tempo si impara che i piu forti siamo noi. Io posso anche essere bassa, grassa e addirittura lesbica, ma la realta ? che sono felice e non ho bisogno di sentirmi migliore di altri per esserlo.

Non sono madre e potrei anche non esserlo mai, ma ho smesso di nascondermi a 18 anni con gli amici e a 19 con la famiglia, certo non intendo tornare sui miei passi.
Spero di insegnare ai miei due bellissimi nipotini che anche noi "diversi" siamo proprio come tutti gli altri.
Amiamo, sognamo, sbagliamo, cresciamo, soffriamo, esattamente come tutte le creature di questa terra.

Saluto con una citazione da un telefim:
"Mi dispiace, che tu abbia bisogno di persone come me per sentirti piu importante."
 
utente tokugawaona

LellaPraticante
Eta': 48
Provincia': Genova
Citta': Genova
Risposte: 113
[ Sabato, 8 Febbraio 2014 14:50:13]
Notizie cosi ,fanno che provi vergona per il genere umano del quale faccio parte ...viviamo in una societa dove i canoni sono maledettamente pre defginiti in ogni direzione,non si salva nessuno....perche ?la diversit? ? meravigliosa..arricchisce...siamo governati da razzisti,clericali,anti gay.....dove solo loro hanno il diritto a decidere...f..c..! Non ? cosi..! basta..!!questi continui casi di suicidio sono il risultato di una societa mal sana,creata al massacro e non piu a garantire i diritti di ogni singolo individuo...ben si ad etichettarci....e chi non ? cosi se prepare al peggio.....un bambino vuole giocare con i Mini pony ...benissimo ,lasciamolo giocare....questo bambino si ? visto attacato da bambini come lui....che molto provabilmente hanno comentato in casa propia il fatto....e senza ombra di dubbio posso immaginare quali risposte saranno state datte dai loro genitori ...ricordiamo che il significato di alcune parole i bambini non le conoscono ..un adulto si
 
utente Heles

LellaPraticante
Eta': 38
Provincia': Lodi
Citta': Lodi
Risposte: 137
[ Sabato, 8 Febbraio 2014 18:11:45]
....................... ................... ............ non saprei cosa scrivere per iniziare questa risposta. Saputa la notizia ho chinato la testa per l' ennesima volta. E' da matti tentare il suicidio per quattro c...deficenti che non sanno fare altro se non inveire contro chi ? fragile e debole.E' ancor piu da pazzi prendersela con chicchessia per farsi finti superiori.

Mi chiedo anche il perche di tanta fragilit?, quando questo mondo che ci ospita non ? paragonabile a quello che ci ospiterebbe fossimo nell' anno 1000.

Chi ha figli sapr? certamente piu di me quanto ? difficile infondere dentro di loro il coraggio e la forza per sopravvivere alle piccole e grandi angherie della vita.

Ricordo quando mia madre mi sped? agli scout di Lodi perche aveva letto un libricino su Sir R. Baden - Powell ( fondatore dello scautismo ) e su come si poteva rendere forte alle intemperie della vita un bambino, fin dalla piu giovane et?. Erano altri anni, ma forse anche oggi servirebbe.

Ecco forse quale ? il problema, come puoi educare i figli ad essere forti se gli stessi genitori temono tutto?

Come puoi educare al rispetto e al diritto se i primi ad andare contro le regole sono i genitori?

E la scuola italiana poi, per alcuni, forse sara la migliore del mondo, ma manca di insegnare ai bambini e ai giovani le fondamenta dell' esistenza e le regole del quieto vivere. e non mi dicano che ? perche non ci sono soldi, perche per insegnare ad essere UMANI, bisognerebbe farlo gratis.

Stamattina ho visto il video della ragazza pestata da una coetanea, con amici e compagni che a 50 cm di distanza non hanno mosso un dito. Ormai non sembrano manco piu ragazzi, sembrano bestie lasciate allo sbando.
 
utente raganella423

BigLella
Eta': 26
Provincia': Milano
Citta': Vignate
Risposte: 823
[ Sabato, 8 Febbraio 2014 21:32:16]
Non... Non trovo le parole. Piu che altro per lo stupore.

Il "problema" ? la mentalit? dei genitori riguardo al problema. Attenzione per?: non i genitori del piccolo Micheal, ma i genitori dei bulletti. Che gi? il fatto che sono dei bulli c'? un problema di fondo.

Da piccola ero una bulletta. Lo facevo per attirare l'attenzione perche avevo dei problemi: non mi sentivo amata dai miei. Poi le maestre mi hanno invogliato a frequentare uno sport per sfogare questa frustrazione.

Ha funzionato. E mi chiedo perche i genitori lasciano che i loro figli vengano cresciuti dalla societa. Ovvio che fa bene ma fino ad un certo punto.

La scuola fa tanto se vengono seguiti TUTTI i bambini. Non solo quelli piu bravi. Fa tanto se accompagnata anche da dei genitori che hanno coscienza di questa societa malsana e che va corretta per far crescere bene e senza pregiudizi i propri figli.

Ma c'? da ricordarsi che siamo in America e purtroppo, come in Italia, ci sono due gruppi: quelli pro e quelli contro cio che ? diverso dal loro pensiero perche hanno paura.

Tutti abbiamo paura di qualcosa, ovvio, ma avere paura di noi ? come avere paura di un cuscino! E puoi non comprendere la "scelta" di amare qualcuno dello stesso sesso, ma non pu? essere una scusa per far del male a dei bambini che ancora devono crescere e capire che oltre alla visione di mamma e papa ce ne sono altre. Possono piacere o meno ma bisogna rispettarle. E questo ? quello che dovrebbero insegnare i genitori ai loro figli: il rispetto di ogni essere vivente, umano o animale che sia.

Ma finch? si ? ottusi, continueranno queste vessazioni a scapito dei piu deboli. Ed ? frustrante.

Si pu? far cambiare pensiero ad un bambino, ad un adulto ? molto piu difficile ma bisogna provarci comunque.
 

1




Assistenza Servizi Portale

Assistenza servizi Tra Donne

Assistenza

Creazione siti web economici a Brescia
Hai bisogno di un sito internet professionale ed economico? Rivolgiti alla nostra web agency per richiedere un preventivo gratuito! Un nostro collaboratore ti seguira' passo dopo passo per la creazione del tuo sito web personalizzato.


pinterest
Pinterest Tra Donne