Polletto Vallespluga con patatine alla pioda

Cucinare alla pioda (Pietra Ollare Valtellinese)

Articolo inserito da

Rafflesia

pinterest

Necessaria la Pietra Ollare di discrete dimensioni, almeno 60x40 cm con il relativo supporto per il fuoco, tipo barbecue o semplici pietre disposte ad och, legna sufficiente, aceto per pulire la pietra, forchettoni vari.


Ingredienti per 4 persone,



  • 4 polletti Vallespluga (sono già puliti ed aperti, pronti da cucinare)

  • sale, salvia, rosmarino, erbette varie (chidi di garofano, timo selvatico, ecc.)

  • olio

  • vino

  • patate grosse

preparare in un grosso catino la salamoia di olio, sale, erbette e sapori, immergervi i 4 polletti lasciandoli insaporire per almeno un'ora


nel frattempo pelare le patate e tagliarle a dischi sottili più grandi che sia possibile, a mò di patatine dei sacchetti, più saranno grandi e più facile sarà cuocerle.


estrarre i polletti dalla salamoia ed avvolgerli completamente con carta stagnola, badando bene di lasciarli stesi e non arrotolati, la carta stagnola si deve poter aprire dal sopra per controllare la cottura ed aggiungere il vino in seguito.


Scaldare bene al fuoco vivo la Pietra Ollare, bagnarla con aceto e pulirla con carta dei sacchetti del pane, poi mettere direttamente a cuocere i 4 polletti con la carta stagnola, tempo di cottura almeno un ora.


Mettere nel frattempo le patatine tagliate nella stessa salmoia dei polletti e bagnarle bene per salarle ed insaporirle.


Stendere le patate sulla Pietra Ollare bollente badando di far cadere un po' di olio, ma non troppo, per non bruciarlo, il fuoco non deve essere esageratamente forte, per non annerire le patate con l'olio che brucia.


Se la pietra ollare è sufficientemente grande meglio cuocere tutto assieme.


le patate vanno rigirate varie volte fino a quando diventano dorate, cuociono circa in 15 minuti, calcolare quindi il tempo di cottura per sincronizzarle coi polletti.


Aggiungere un poco di vino all'interno dei pacchetti di alluminio dei polletti, a metà cottura, rigirarli almeno un paio di volte per avere una cottura omogenea.


togliete la carta stagnola e servite il pranzetto su un tavolo fratino di legno all'esterno (d'estate, eh??)


Occhio a scottature ed incendi!



Commenti Rubrica: Ricette di cucina originali
Letto 2353 volte
Commenti 0
19 Novembre 2008
Assistenza Servizi Portale

Assistenza servizi Tra Donne

Assistenza

Creazione siti web economici a Brescia
Hai bisogno di un sito internet professionale ed economico? Rivolgiti alla nostra web agency per richiedere un preventivo gratuito! Un nostro collaboratore ti seguira' passo dopo passo per la creazione del tuo sito web personalizzato.


Rubriche Lesbo